Siamo indisponibili con chi ha affossato l’Umbria

perugia

In Umbria, le aziende continuano a chiudere. Secondo i dati di Unioncamere, la disoccupazione è tra le più alte d’Italia e i dati sulla incidenza di povertà relativa individuale ha toccato la vertiginosa quota del 17,6%.

In questa situazione, l’unica risposta possibile è nella svolta ecologista. Con la Green Economy sono disponibili migliaia di posti di lavoro ogni anno, per i prossimi 5 anni, secondo i dati di Symbola.

Le prossime elezioni regionali possono essere una grande opportunità per imprimere questa svolta attivando focolai virtuosi che consentano una ripresa nel segno dell’economia circolare e della Green Economy. Un vero e proprio Umbria Green New Deal è pronto e noi, con le nostre proposte e i nostri progetti, siamo pronti alla svolta. Ma siamo disposti a farlo solo con chi condivide le nostre idee sulla partecipazione dal basso e sul lavoro di una intelligenza collettiva Verde e Civica.

Per questo motivo, abbiamo detto fin da subito che non siamo disposti a collaborare con chi ha portato l’Umbria agli ultimi posti di tutti gli indicatori economici, sociali e ambientali.